Commenti
Ristoranti 1 minuto 14 luglio 2021

La Puglia che ti piglia!

Alla scoperta di cinque destinazioni bellissime e "off the radar" per organizzare una sosta gourmet, ma anche bucolica ed agreste con fascino.

Il Poeta Contadino, Alberobello
È il figlio del fondatore a condurre – oggi - l’attività iniziata, nel cuore del paese dei trulli, nel 1977. Alla più ricercata offerta della sala principale (millefoglie di dentice con caprino, polvere di olive, caramello alla rucola; involtini di pescatrice, ragù di vongole, salsa al limone; croccantino di mandorle e nocciole, salsa di caramello) si è aggiunta nel corso del tempo quella più rustica dell’annessa Osteria.


Antichi Sapori, Andria

In aperta campagna, cucina pugliese nella sua massima espressione: ciò che non è di produzione propria viene da aziende selezionate nel circondario che lavorano quasi solo per il ristorante… frequentatissimo! Antipasto misto, Troccoli alle melanzane, cuore di pomodoro, finocchietto selvatico e ricotta affumicata, Babà al rhum con crema alla vaniglia tra le possibili tentazioni. Vivamente consigliata la visita all’orto.


Casamatta, Manduria
Albergo/ristorante in una dimora di campagna dei primi del ‘900 completamente ristrutturata pochi anni or sono. Il ristorante è il fiore all'occhiello e lo chef, dopo anni di esperienze anche all'estero, è ritornato in "patria" ad elaborare piatti della sua terra in chiave moderna e fantasiosa. Riso e ricciola - Rombo, capocollo di Martina Franca, fichi secchi e cipolle - Cioccolato e caramello, tra i più apprezzati.

Casamatta ©Michelin
Casamatta ©Michelin

Da Pio, Tremiti
A San Domino, cioè la più grande e frequentata delle Tremiti (isole amate da Lucio Dalla che qui aveva anche casa), un locale senza fronzoli, riconoscibile dalla grande bouganville che racchiude il servizio all’aperto. Cucina ovviamente di mare, classiche proposte di giornata (ravioli ai frutti di mare, zuppa di pesce…) con approvvigionamento di molti prodotti direttamente dal peschereccio di famiglia.


Roots Trattoria, Scorrano
Avvolto nella classica vegetazione mediterranea, il caseggiato è totalmente ristrutturato rispettando i connotati rustici dell’edificio. La formula è quella del menù degustazione stilato quotidianamente, i piatti sono tipici e rigorosamente tradizionali pugliesi. Peperoni cornetto in mollica - Sagne ncanulate con il sugo di pomodoro e ricotta forte - Gelato alla mandorla: quelli che loro stessi ci hanno consigliato!

Hero image: Roots TRattoria ©Giulia Nutricati


Ti potrebbe anche interessare

"Liguria di Levante: ottime proposte di pesce secondo la Guida Michelin"

Ristoranti

Continua ad esplorare - Articoli che potrebbero piacerti

Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti notizie e aggiornamenti della Guida MICHELIN

Sottoscrivi

Segui la Guida MICHELIN sui social per aggiornamenti e informazioni dell'ultima ora.