Selezione 1 minute 15 gennaio 2020

La Péniche: tocco francese in Versilia

Ubicato s’una palafitta lungo il canale con tavoli adagiati sulle zattere particolarmente ambiti durante la bella stagione, il ristorante La Péniche - piatto de la guida MICHELIN a Marina di Massa – è uno degli indirizzi più originali e curati del rinomato centro balneare sulla costa apuana tra Viareggio e La Spezia.

Michelin Guide

Le note degli ispettori MICHELIN definiscono La Péniche “un angolo di Francia dai romantici ambienti” riferendosi a cucina e spazi arredati in stile “country” parigino con oggetti di antiquariato, fiori alle finestre e luci soffuse ad aggiungere personalità alla piacevole esperienza. Le cui fondamenta gastronomiche posano sulla freschezza delle ricette mediterranee miscelata a raffinate influenze transalpine.
Tra le specialità della casa spiccano marinature, l’ampia selezione di cruditè (tartare di tonno pinna gialla, mele verde, frutta condita; tartare di scottona, capperi, alici del Cantabrico) ed ostriche. Mollusco a cui l’indirizzo dedica un’intera sezione del menu suddividendole per tipologie (Daniel Sorlut, de L’Imperatrice, Gillardeu) ed indicando quantità di “contenuto” presente e la scala di gusto. Parametri per scegliere al meglio tra i vari condimenti suggeriti che oltre alla classica degustazione a crudo - magari con l’aggiunta di un po’ di succo di limone - includono crostini di pane cosparsi di burro salato dalla Normandia o vinaigrette allo scalogno.

Identificare il continuum ideale al prelibato antipasto è un esercizio che richiede tempo e concentrazione, perché la carta - sempre suddivisa tra ingredienti di terra e mare da varie latitudini europee e scandita da cotture salubri, tecniche contemporanee e senso estetico - offre una miriade di appetitose possibilità: raviolo ripieno di storione, caviale, salvia con salsa di ostriche e caviale; chicche verdi di borraggine delle Colline Massesi con cacio, pepe e crema al tartufo bianco; ricciola, salsa allo zafferano di Cuneo pomodori gratinati e terrine di patate; Tomahawk irlandese alla griglia. Altro punto in favore de La Péniche è il surplus di mistero e poesia nei mesi autunnali quando la foschia avvolge canali, vegetazione e palafitte creando suggestioni visive d’altri tempi.

Selezione

Continua ad esplorare - Articoli che potrebbero piacerti

Segui la Guida MICHELIN sui social per aggiornamenti e informazioni dell'ultima ora.