Selezione 1 minute 10 gennaio 2020

12 Apostoli di Verona: nuova vita con le nuove generazioni

Il nuovo corso dei 12 Apostoli – storica stella MICHELIN di Verona all’interno di un antico palazzo a due passi dal centro pedonale - è un racconto di rinascite e stratificazioni architettoniche, culturali e culinarie.

Michelin Guide

Temi inscindibili dai millenari trascorsi della città scaligera rimarcati sia dal tempio sacro del I secolo che dalle fondamenta di una torre medioevale sotto la cantina del ristorante. Impresa nata negli anni ‘20 ed evolutasi da innumerevoli prospettive grazie al grande impegno della famiglia Gioco: la cui quarta generazione ha “dato nuova luce ai colorati affreschi, rinnovato la sala e riportato lustro al locale con l’aiuto di un ottimo cuoco”. Gli ispettori MICHELIN si riferiscono alla cucina di Mauro Buffo: sentimentalmente legata ai sapori veronesi dell’infanzia ma ricca di citazioni tecniche, creative e concettuali acquisite negli anni formativi all’Albereta di Marchesi, alle Calandre di Max Alajmo, al mitico El Bulli di Ferran Adrià e nei battiti accelerati del Falai a Manhattan.
Il talento autoctono di Buffo unito alla somma dell’esperienze passate convergono verso quattro menu – specchi, sguardi, riflessi, giravolte – con intrecci di creatività, tradizioni e territorio: Riso e trippe - Sua maestà la Pearà (definita famigerata salsa dallo chef) - giardiniera cremosa - midollo in brodo. Piatti estraibili a piacimento per chi predilige à la carte con ancor più audaci ed autoironiche virate nei dodici assaggi del percorso Giravolte. A completare il ritorno in grande stile dell’opera gastronomica, ci sono sempre le soavi note delle migliori etichette locali e nazionali conservate nella cantina. Spazio al cospetto di volte settecentesche considerato patrimonio dai veronesi con pareti e scaffali intrisi di memorie. Compresa l’inusuale raccolta “Le Penne che parlano” appartenute ad alcune delle più prestigiose firme del giornalismo come Indro Montanelli ed Enzo Biagi. Un ulteriore omaggio all’intelligentsia che ha frequentato i 12 Apostoli (Ezra Pound, Ernest Hemingway, Arnoldo Mondadori) nel suo primo splendido secolo di vita non che tributo all’importanza della conoscenza e della sua diffusione.

Selezione

Continua ad esplorare - Articoli che potrebbero piacerti

Segui la Guida MICHELIN sui social per aggiornamenti e informazioni dell'ultima ora.