Commenti
Rubriche 2 minutes 29 luglio 2020

Passione e creatività al femminile: MICHELIN Young Chef Award 2020

Nell'ambito della MICHELIN Star Revelation a Lugano in Svizzera, è stato consegnato a Marie Robert, chef de „Le Café Suisse“ (una stella MICHELIN), il MICHELIN Young Chef Award 2020.

GUIDA MICHELIN SVIZZERA Awards Young Chef Award

Piena di energia, positiva e di buon umore, è salita raggiante sul palco del LAC Arte e Cultura di Lugano, per ritirare il premio sponsorizzato da Blancpain e presentato da Andrea Caputo, Vice President Blancpain. Un anno dopo l'assegnazione della prima stella, la chef trentenne de „Le Café Suisse“ a Bex nel Canton Vaud può nuovamente esultare. Gwendal Poullennec, direttore internazionale della Guida MICHELIN, si è congratulato con Marie Robert elogiandola: „Grazie alla sua passione e al suo impegno, ha dato vita a una cucina moderna e molto creativa, decisamente femminile e talvolta sfacciata, molto dettagliata ma che al tempo stesso non perde di vista il prodotto e che coltiva il tipico stile „Marie Robert“, per il quale l'anno scorso si è guadagnata una stella MICHELIN.“

MarieRobert.jpg


Il Café è un ristorante in rosa

La chioma rossa fluente è il suo marchio di fabbrica, il colore per Marie Robert ha una grande importanza. Nella cucina e nel ristorante il rosa dà un tocco in più. Il „Café“ in realtà è un ristorante, che Robert gestisce con il suo partner Arnaud Gorse, ma in cucina è lei che comanda. La creatività è onnipresente, evidente anche nella presentazione dei piatti: Marie Robert sa quello che vuole. „Per me il sapore è la cosa più importante in un piatto, però mi piace quando quest'ultimo attira anche l'occhio, è giocoso e femminile.“

Impertinente, pazza, con una predilezione a infrangere le regole

Risponde alle lodi di Gwendal Poullennec con un sorriso compiaciuto: „Non so se i miei piatti siano impertinenti, io ci metto tutto il cuore, seleziono gli ingredienti con i quali amo lavorare. Innanzitutto devono essere buoni, dopodiché aggiungo volentieri ancora qualcosa che mi suggerisce la mia 'pazzia'.“ Ci pensa un attimo e ride: „Ho „Le Café Suisse“ ormai da dieci anni e mi sono spesso chiesta chi sia veramente Marie Robert?“ Perché, svela, lei cucina così come è, senza paura del nuovo o del diverso. Eppure, proprio in occasioni come questo premio speciale, a volte riflette: „Penso di essere cresciuta grazie alle mie esperienze e alla mia passione – e: amo infrangere le regole. Sono una persona che ama porsi delle sfide, e tento sempre di andare oltre i miei limiti perché non dovremmo mai considerare qualcosa come scontato!“

Le Café Suisse 1.jpg

Locale, stagionale e un esotico cambio di scena

La creatività per lei non significa solo lavoro a tempo pieno come chef e cuoca, ma anche relax. Robert la esprime fra l'altro sia nei suoi coloratissimi piatti, che nell'arredamento e nella decorazione, spesso variati, del suo ristorante: „L'esperienza a tutto tondo deve rendere la permanenza da noi un'avventura!“ I suoi ingredienti sono locali e stagionali, questo è importante per lei. Ma anche esotici, la „Young Chef 2020“ infatti ama l'Asia: „Le spezie, le nuove scoperte sono come un cambio di scena.“ Gli ispettori Michelin la elogiano: „in un'atmosfera vivace e affascinante sia i clienti abituali che quelli "nuovi" sono accolti al meglio!

Il servizio è competente, attento e brioso, la cucina della titolare raggiunge alti livelli tecnici, rivela sempre idee originali, punta su prodotti di qualità eccellente ed è anche divertente! Non sarete costretti a un menù, ma potrete anche scegliere alla carta secondo le voglie del momento, anche se il "grande viaggio culinario", ovvero il menù a sorpresa, è indubbiamente una tentazione!“

“mi auguro che l'avventura continui!”

Andreas Caminada: un ospite di classe

La trentenne non ha un mentore, è un'autodidatta. Eppure, se dovesse scegliere un ospite da invitare a „Le Café Suisse“, questo sarebbe Andreas Caminada, poiché "non è solo un abilissimo chef, ma ha anche talento per il management, cosa che io ammiro molto. E poi ha classe!“ Poi torna alla ribalta l'impertinenza, la femminile giocosità, che il direttore MICHELIN Gwendal Poullennec aveva lodato durante la premiazione: „Ammetto che sarebbe interessante scoprire quali standard sono necessari per ottenere una seconda stella MICHELIN. Ma è solo una pura curiosità!“, ammette sorridendo, „mi auguro che l'avventura continui!“

La conclusione perfetta

Il suo piatto preferito? Non ce n'è uno in particolare, più che altro c'è una passione: „Non sono molto originale, ma adoro il cioccolato. Mi è sempre piaciuta molto la pasticceria, e la cucina dolce, perché è la conclusione perfetta di un'esperienza al ristorante!“


La Guida MICHELIN Svizzera 2020 è disponibile al prezzo di 39 franchi svizzeri (23 euro in Italia). Nell'ultima edizione vengono consigliati in tutto 632 ristoranti e 215 alberghi; i ristoranti selezionati dalla Guida MICHELIN spaziano dalle trattorie rustiche ai ristoranti di alta cucina.

© Guide MICHELIN/lenaka/Le Café Suisse

Rubriche

Continua ad esplorare - Articoli che potrebbero piacerti

Iscriviti alla nostra newsletter e non perdertienotizie e aggiornamenti della Guida MICHELIN
Sottoscrivi
Segui la Guida MICHELIN sui social per aggiornamenti e informazioni dell'ultima ora.