Torino

Le cucine più creative a Torino

6 Ristoranti
Sotto l’apparenza tranquilla, riflessiva e un po’ conservatrice, Torino nasconde un fiume carsico di innovazione e (moderato) anticonformismo. Provare per credere: in mezzo alla ricca offerta di ristoranti che propongono i consolidati piatti della tradizione, spuntano qua e là cucine che esprimono la personalità dello chef, che osano, contaminano e scombinano le carte. Buon divertimento!
Aggiornato il 25 marzo 2022
m
Cannavacciuolo Bistrot
via Umberto Cosmo 6, 10131 Torino
Creativa
110 - 120 EUR

Nell'atmosfera effervescente di un moderno e raffinato bistrot ad un passo dal Po troverete il giovane e dinamico Emin Haziri, che dopo anni sotto la guida di chef Cannavacciuolo segue le orme del suo mentore con creatività e fantasia, con una cucina che rende omaggio al Nord e al Sud, alla terra e al mare.

m
Condividere
via Bologna 20/a, 10121 Torino
Moderna
75 - 105 EUR

All'interno del quartier generale della Lavazza, il progetto del celebre Ferran Adrià ha trovato nel giovane chef Zanasi l'interprete giusto per una cucina dai toni internazionali, che non rinuncia però a connotazioni piemontesi. Il must è la condivisione di numerosi assaggi con percorsi più o meno lunghi. Per comprendere meglio il lavoro della brigata si consiglia di prenotare il tavolo fronte cucina, a due metri dai fornelli.

m
Magorabin
corso San Maurizio 61/d, 10124 Torino
Creativa
120 - 160 EUR

Marcello Trentini è uno degli chef più conosciuti di Torino grazie alla sua grande capacità di sorprendere e stupire con interpretazioni dai sapori netti e riconoscibili. In ambienti di sobria modernità, tinte scure ed eleganza ricercata, la cucina di Trentini riflette la Torino di oggi: vivace e aperta al mondo. In carta si trovano proposte creative dalle basi regionali e molte contaminazioni internazionali. Per i più curiosi, il magorabin è l’uomo cattivo delle fiabe per bambini.

m
Piano 35
corso Inghilterra 3, 10138 Torino
Moderna
14 - 120 EUR

Ristorante, lounge bar e spazio eventi: il tutto al 35° piano del grattacielo Intesa San Paolo. Molti tavoli sono collocati lungo il perimetro della bellissima serra bioclimatica e ciò permette di cenare affacciandosi sul panorama unico della città sabauda e godendo della straordinaria atmosfera del moderno giardino progettato da Renzo Piano a 150 metri d’altezza. Sotto la direzione di Marco Sacco, pluripremiato interprete di una cucina moderna, fantasiosa e ricca di contrasti interessanti, guida la brigata il talentuoso chef piemontese Christian Balzo.

m
Unforgettable
via Lorenzo Valerio 5/b, 10122 Torino
Innovativa
90 EUR

Nascosto nel cuore della vecchia Torino, un locale di grande fascino dove l'unica soluzione è un social table con dieci commensali. A deliziarli la cucina fusion dello chef Christian Mandura, giovane e sofisticato interprete di una proposta che mette "al centro il vegetale", in un menu unico da dieci portate. Nei raffinati spazi interni, mattoni a vista, arredi minimali e bei giochi di luce in un contesto che anticamente era il fienile di una casa padronale.

La Limonaia
via Mario Ponzio 10/b, 10141 Torino
Contemporanea
70 - 85 EUR

La Limonaia è l’indirizzo gastronomico dello chef Cesare Grandi, una piacevole risorsa ubicata nella prima periferia di Torino, all’interno di un grande cortile di un palazzo moderno. Bello l’ingresso con vialetto illuminato e ampio dehors con piante e luci soffuse. La cucina è contemporanea e intrigante e nasce dall'idea di sorprendere con ricette personali e dai gusti netti e riconoscibili.