Commenti
Food Sapiens 2 minutes 21 luglio 2020

Service & Welcome Award per Ruth Wiget e il suo ristorante “Adelboden”

„A casa di amici“ – questo l'elogio per il servizio di Ruth Wiget del ristorante „Adelboden“ a Steinen. Per la Guida MICHELIN svela la ricetta del suo successo e spiega perché considera questo premio un segnale importante per i giovani.

Awards duestelleMichelin Service

„Perché ha ricevuto il Service Award della Guida MICHELIN? Facile, è una padrona di casa nata!“, queste le parole lusinghiere di Gwendal Poullennec, direttore internazionale della Guida MICHELIN, a proposito di Ruth Wiget del ristorante „Adelboden“ (due stelle MICHELIN) di Steinen-Schwyz, pronunciate nel consegnare il MICHELIN Service Award 2020, sponsorizzato da Pernod Ricard Swiss, nella cornice del LAC Arte e Cultura a Lugano. La grande gioia le si leggeva chiaramente sul volto, „Grazie, grazie a tutti“, ha detto raggiante e sorridente Ruth al microfono.

„Questo premio rende onore all'importanza del servizio – è un segnale per i giovani

A Ruth Wiget, che Poullennec definisce a ragione carismatica, il servizio sta a cuore: „Si dice sempre‚ 'oh che cuoco sopraffino‘, ma al servizio generalmente non si dà grande importanza, ecco perché mi ha fatto così piacere che la Guida MICHELIN lo abbia reputato degno di stima attribuendogli un premio! Sottolinea il ruolo del servizio e dà un segnale per i giovani. Mi piacerebbe molto se i giovani tornassero a imparare questo mestiere.“ Aggiunge con orgoglio: „La Guida MICHELIN è una guida di prim'ordine, è ottimo che sia proprio lei a onorare il servizio.“

RuthWigetmitBlumen.jpg

Un mix suggestivo di modernità e tradizione

È rimasta sorpresa, ammette Ruth Wiget, perché „abbiamo un locale molto piccolo con soli 20 coperti, ragion per cui è stata una doppia gioia e un doppio onore!“. Lei e il marito Franz gestiscono l'„Adelboden“ dal 1988. „È come se questo casale del 1733, che sorge in posizione suggestiva a 800 metri, fosse uscito da un vecchio film a sfondo regionale" elogiano gli ispettori Michelin, „Ruth e Franz Wiget offrono un fantastico mix di modernità e tradizione della svizzera centrale.“

Il dialetto come „ricetta segreta“

Ruth Wiget è raggiante e sottolinea con decisione che per lei è fondamentale che i suoi ospiti si sentano completamente a loro agio. Il cordiale „Grüezi“, con il quale l'ospite è accolto, è tipicamente svizzero. Questo, svela la padrona di casa nel dialetto locale, è parte della sua ‚ricetta segreta‘: „Anche i nostri ospiti stranieri se lo aspettano, alla fine sono in Svizzera e fa loro piacere. La nostra casa è un'antica casa del canton Svitto, quindi devo essere autentica anche io. “Per inciso il premio è nella sala, sulla stufa in maiolica verde scuro. Anche lei autentica!
Quanto alla tradizione svizzera, ci pensa un attimo e spiega con sicurezza: „Sa, noi svizzeri siamo amichevoli, ma sempre con discrezione. La gente del sud dice che siamo orgogliosi, ma noi svizzeri semplicemente non siamo esuberanti, non salutiamo in maniera esagerata, ma con un caloroso Grüezi.“

Mano nella mano e un Grüezi dal cuore

Che tutto venga dal cuore, lo si sente. Ed è anche merito dell'armoniosa collaborazione con il marito: „Sono felice quando abbiamo fatto un buon acquisto. Quando lui dice che abbiamo ottime sogliole o lucioperche, lo dico agli ospiti, ed è vero, facciamo tutto „mano nella mano“. Penso che l'ospite se ne renda conto che io e mio marito siamo molto uniti. Il servizio e la cucina devono collaborare, altrimenti non si è un tutt'uno!“

© by Pernod Ricard Swiss
© by Pernod Ricard Swiss

A casa da amici

La spiegazione del premio elogia: „… dopo un po' non sai più se sei venuto in un ristorante o se sei stato invitato a cena da amici!“ A questo proposito, Ruth sorride di cuore e ringrazia: „Penso che non esista complimento più bello!“

Parlando con lei, viene proprio voglia di essere suoi ospiti. Succede anche ai suoi clienti abituali, alcuni dei quali vengono regolarmente da 20 anni. E ancora con una risata che viene dal cuore: „Non è solo un lavoro. Per noi la gastronomia è la vita. Amo il mio lavoro più di tutto, lo faccio molto volentieri, amo la gente e mio marito cucina sempre volentieri! Entrambi facciamo il nostro lavoro con passione!“


La Guida MICHELIN Svizzera 2020 è disponibile al prezzo di 39 franchi svizzeri (23 euro in Italia). Nell'ultima edizione vengono consigliati in tutto 632 ristoranti e 215 alberghi; i ristoranti selezionati dalla Guida MICHELIN spaziano dalle trattorie rustiche ai ristoranti di alta cucina.

© Guide MICHELIN

Continua ad esplorare - Articoli che potrebbero piacerti

Iscriviti alla nostra newsletter e non perdertienotizie e aggiornamenti della Guida MICHELIN
Sottoscrivi
Segui la Guida MICHELIN sui social per aggiornamenti e informazioni dell'ultima ora.